BALI – Alla scoperta del sud: cosa vedere in un giorno spostandosi in auto!

nessun commento

Siete appena atterrati a Bali e avete deciso di fermarvi qualche giorno a Denpasar per riprendervi dal lungo ed estenuante viaggio. Avete solo voglia di distrarvi, riposarvi e divertirvi. Ci sono buone notizie per voi perché la zona di Kuta è quella in cui si concentrano le spiagge attrezzate e tutta la movida dell’isola. Per molti gruppi di giovani surfisti la vacanza inizia e finisce qui, perché c’è tutto quello di cui hanno bisogno: spiagge, vento e onde, locali, musica. I più esigenti invece ben presto si sposteranno verso Ubud e apprezzeranno maggiormente il centro dell’isola meno caotico e con ritmi decisamente più rilassati. Vi starete chiedendo come riempire questi giorni di relax e cosa vedere in questa parte dell’isola. Qui di seguito un itinerario da fare in un giorno utilizzando un mezzo privato, rivolgendovi ad uno dei tanti driver che incontrerete per le strade di Kuta o se preferite potrete appoggiarvi ai taxi, facilmente reperibili in questa area.

Read in english click here

 

map_south_bali

Turtle Park

Raggiungibile via mare, verrete condotti dal vostro driver ad un moletto in cui ha sede un centro escursioni nautico, per cui oltre alla visita al ricovero delle tartarughe potreste organizzare molte altre attività che hanno come tema l’acqua, come per esempio il parasailing o le immersioni. Fate attenzione perché gli addetti cercheranno di vendervi a peso d’oro la visita al ricovero delle tartarughe: il prezzo iniziale propostoci era di 80 dollari a testa!!! L’abbiamo spuntata per poco più di 10 euro, includendo anche la glass bottom boat che vi suggeriamo vivamente di evitare (attività di una mediocrità unica, frettolosa e mal fatta). Pochi minuti di barca e attraccherete su una spiaggia, non c’è da pagare un ingresso perché è già incluso nel biglietto del transfer. Verrete accolti da qualcuno che vi farà da guida all’interno del ricovero. La prima tappa è alle vasche in cui si trovano le tartarughe divise per dimensione, dalle giganti alle baby, con possibilità di fare le foto insieme agli esemplari. Poi è il momento dei rettili, foto con il pitone e con l’iguana e infine si raggiungono le gabbie con diverse specie di uccelli e mammiferi, compreso lo zibetto, l’animaletto famoso per il caffè, l’unico a non poter essere toccato, vista la sua aggressività. Il tutto si articola in poche decine di metri quadrati; il centro non è molto grande, quindi la visita non richiederà molto tempo. A fine tour, come contributo per il sostentamento del ricovero, vi verrà chiesto di comprare la foto ricordo con le tartarughe giganti che vi è stata scattata all’inizio del giro, ma non è obbligatorio. A parte per il fatto di poter avvicinare e accarezzare tante specie diverse, il centro non ci ha entusiasmati, ci ha dato l’impressione di un posto in cui gli animali vengono strumentalizzati, nasce per le tartarughe ma difatti trovate una moltitudine di altri animali che sono stati messi lì solo per fare le foto con i turisti.

007_11.09.2018_bali_sud_1

gif

Nusa Dua

Vi si concentra la vita della Bali chic, vale a dire hotel di lusso, campi da golf e ristoranti eleganti. E’ il luogo migliore per chi desidera soggiornare nella parte meridionale di Bali e rilassarsi lontano dal caos di Kuta e del capoluogo Denpasar. Il nome, che in indonesiano significa letteralmente “due terre”, sta ad indicare il promontorio che dà vita a due ampie baie; le spiagge che troverete qui sono tra le più belle dell’isola, caratterizzate da sabbia bianca e fine, l’ideale per chi ama una battigia piatta. Passeggiando sul promontorio, da non perdere il Waterblow, lo spruzzo d’acqua che zampilla dalle rocce quando le onde del mare vi si incanalano.

007_11.09.2018_bali_sud_4

007_11.09.2018_bali_sud_5

007_11.09.2018_bali_sud_6

Dreamland Beach

Il sogno dei surfisti, questa spiaggia regala grandi emozioni agli amanti degli sport con la tavola! Le onde sono abbastanza accentuate e l’acqua diventa subito profonda, non è proprio il posto più adatto per chi desidera fare una rilassante nuotata o alle famiglie con bambini. Per accedere alla spiaggia bisogna lasciare l’auto in un ampio parcheggio a pagamento poco distante, al costo di 15.000 IDR, circa 1 euro, e una navetta indecorosa, tutta rotta, farà la spola dal parcheggio alla spiaggia ogni 10 minuti. La spiaggia è attrezzata con ristoranti, bar e negozi per il noleggio dell’attrezzatura per gli sport acquatici. Concedetevi un’oretta di relax e una piacevole pausa pranzo.

007_11.09.2018_bali_sud_18

007_11.09.2018_bali_sud_7

Padang Padang Beach

Una spiaggia più tranquilla, protetta dai venti, qui potrete nuotare in totale tranquillità e trovare riparo dal sole tra le grandi rocce che fuoriescono dalla sabbia. Questa spiaggia sarà particolarmente apprezzata da chi ama scattare foto artistiche. I turisti devono pagare una quota d’ingresso di 10.000 IDR (meno di 1 euro).

007_11.09.2018_bali_sud_9

007_11.09.2018_bali_sud_8

Pura Luhur Uluwatu

Si tratta di uno dei 6 principali templi induisti balinesi e deve la sua notorietà alla sua spettacolare posizione. Sorge in cima ad una scogliera a picco sul mare, su cui le onde si infrangono senza sosta, infatti il suo nome deriva dal balinese “ulu”, che significa cima, e “watu”, che significa roccia. Il tempio è dedicato al culto di Shiva Rudra, la divinità induista responsabile di tutto ciò che riguarda la vita nell’universo, e si pensa protegga Bali dagli spiriti maligni provenienti dal mare. Il momento migliore e più scenografico per visitare questo tempio è sicuramente al tramonto, fate in modo di non mancare all’appuntamento! Molti altri avranno avuto la vostra stessa idea, quindi prendetevi un buon margine di tempo per raggiungere il posto e parcheggiare l’auto. Indossate il sarong (una sorta di pareo, indumento obbligatorio nei templi) distribuito all’ingresso e imboccate il percorso a strapiombo sul mare, fino a raggiungere il belvedere in direzione ovest, il punto migliore per godersi i colori del tramonto. Fate molta attenzione perché il tempio è abitato da una folta colonia di scimmiette dispettose, pronte a rubarvi gli occhiali da sole (da cui sembrano essere particolarmente attratte) o altri piccoli oggetti: nascondete tutto ciò che avete di valore in borse ben chiuse. Alla sera il tempio ospita degli spettacoli di danza tradizionale Kecak all’aperto, con il tramonto che fa da sfondo, l’appuntamento è ogni giorno dalle 18.00 alle 19.00. Il biglietto di ingresso al tempio costa 30.000 IDR (meno di 2 euro), quello per lo spettacolo 100.000 IDR (circa 6 euro). Ritagliatevi un’oretta per la visita del tempio, non tanto per i santuari che sono modesti e non accessibili ai turisti, quanto per la passeggiata lungo la scogliera, con i numerosi punti in cui fare sosta ad ammirare il mare, più un’oretta per lo spettacolo, qualora vogliate assistervi (altrimenti andar via dal tempio mentre tutti sono concentrati a guardare lo spettacolo può essere una buona strategia per evitare l’imbottigliamento nel traffico congestionato dell’alta stagione).

007_11.09.2018_bali_sud_11

007_11.09.2018_bali_sud_12

007_11.09.2018_bali_sud_13

007_11.09.2018_bali_sud_14

007_11.09.2018_bali_sud_15

DCIM100GOPROGOPR0417.JPG

Cena a Jimbaran

La giornata si conclude a Jimbaran, località famosa per i ristoranti di pesce sulla spiaggia, in cui si mangia a lume di candela con i piedi nella sabbia. Il pesce vivo può essere scelto direttamente da voi dalle vasche, verrà pesato e il prezzo quindi dipenderà da cosa e quanto mangerete. Mediamente una cena per 2 persone vi costerà sui 1.000.000 IDR (circa 60 euro). Il nostro personale giudizio è che benché il pesce sia freschissimo non è tuttavia di qualità eccelsa; inoltre viene cosparso con una salsina composta da olio, erbe e aromi, in cui prevale l’aglio, che tende a coprire ogni altro sapore, perfino il granchio è stato preventivamente aperto e completamente inondato di questo olio agli aromi, a discapito del gusto della semplicità.

007_11.09.2018_bali_sud_19

007_11.09.2018_bali_sud_20

Il tour da noi proposto spazia attraverso diverse tipologie di attività con la caratteristica che possono essere fatte tutte quante in una sola giornata. Per completezza abbiamo incluso anche le tappe di cui a posteriori avremmo fatto a meno, ma in questo modo speriamo di esservi d’aiuto con le nostre considerazioni, così che possiate essere più consapevoli su cosa aspettarvi. Se avete a disposizione più giorni da spendere in questa parte dell’isola concentratevi maggiormente sui templi (merita una visita il Tanah Lot Temple, sulla costa, circa 20 km a nord di Kuta) e sul mare, perché volendo in ogni spiaggia tra quelle che abbiamo citato potreste trascorrere un pomeriggio o piuttosto l’intera giornata. Oltre a quanto menzionato, il sud di Bali è un susseguirsi di lidi e anfratti nascosti, divertitevi a scovare le spiaggette più remote e meno battute dai turisti, oppure puntate alle più famose Kuta Beach e Pandawa Beach e buon divertimento!

A presto

Inside-360

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.