MAURITIUS – Guidare sull’isola, informazioni e consigli per i vostri spostamenti

No comments

Macchina sì o macchina no? Mauritius è una piccola isola a largo delle coste africane, la domanda è legittima. E ancora: “la mia patente va bene?”, “le strade sono in buone condizioni?”, “gli isolani sono disciplinati al volante?”. In questo articolo non solo cercheremo di rispondere a queste basilari domande ma vi racconteremo tutto quello che abbiamo notato guidando sulle strade di Mauritius, in modo che possiate decidere con maggiore consapevolezza se il noleggio di un’auto possa fare al caso vostro. Inoltre, se ne volete sapere di più sulle altre soluzioni per spostarsi sull’isola, andate avanti e leggete il nostro articolo fino alla fine.

Read in english ⇒ click here

Mauritius_driving_05

Mauritius_driving_06

Iniziamo subito con una serie di informazioni e curiosità sulla guida a Mauritius:

  • Mauritius ha la guida a sinistra, quindi tutti i sensi di marcia sulle strade sono invertiti, il senso di percorrenza delle rotonde è invertito e anche i comandi sull’auto sono invertiti. Come riconoscere al volo un turista da un mauritiano alla guida? Semplice, il turista azionerà i tergicristalli al posto delle frecce ad ogni svolta (già, anche quelli sono invertiti!!!). Se pensate che questo possa essere un grosso problema per voi limitate i danni noleggiando una macchina con cambio automatico, in questo modo sarete meno distratti dalla ricerca dei comandi e riuscirete a rimanere più concentrati sulla guida;
  • la condizione delle strade a Mauritius è molto variabile, le strade del nord-ovest e di tutta l’area più sviluppata sono curate, manutenute e quindi sempre in buone condizioni, quelle del sud-est invece sono più trascurate e quindi dovrete stare più vigili (buche, ostacoli sulla carreggiata, strettoie in cui procedere a senso unico alternato, etc…), in generale però nulla di grave, basta solo un po’ più di attenzione;
  • lo stile di guida della gente del posto è discutibile. Nulla da recriminare a nord-ovest, in cui i guidatori ci sono sembrati sempre molto disciplinati. A sud-est invece bisogna stare molto più attenti perché le condizioni stradali e gli ostacoli costringono a frequenti cambi di corsia. Vi sono infatti molte auto lasciate in sosta sulla carreggiata, perfino sulle strade principali, e chi è al volante è costretto ad invadere il senso di marcia opposto. Il problema è che queste manovre vengono fatte in modo quasi azzardato anche con macchine che sopraggiungono. Quindi siate molto prudenti quando vi capita di trovarvi in una situazione del genere;
  • le autostrade a Mauritius non sono veramente strade ad alto scorrimento. Il limite di velocità è di 110 km/h e non riuscirete ad andare più veloci di così perché le entrate e le uscite sono su…rotonde! Ogni 3-4 km potreste incrociarne una, quindi siate accorti e prudenti. A parte questo, le autostrade hanno il vantaggio di essere gratuite;
  • gli autovelox sono localizzati prevalentemente sulle autostrade e in prossimità delle zone più sviluppate e si riconoscono dal colore giallo acceso del loro involucro a forma di scatola. I limiti di velocità sono sempre segnalati: il limite massimo è comunque quello autostradale di 110 km/h;
  • la patente europea è ammessa per guidare a Mauritius;
  • il traffico a Mauritius non è né caotico né congestionato, non vi sono nemmeno sciami di motorini che si muovono in tutte le direzioni, si tratta quindi di un contesto in cui un turista si può inserire senza troppe difficoltà. Il codice della strada viene osservato e l’isola è abbastanza tranquilla. Piuttosto dovrete far attenzione alle persone che a volte camminano in mezzo alla strada in modo disinvolto. Ci è capitato di entrare nel centro di Mahebourg con la macchina, sembrava di essere in una sovraffollata cittadina indiana, le persone non si spostavano per lasciarci strada, siamo scappati subito, non volevamo rischiare di investire qualche pedone incauto;
  • il prezzo della benzina è leggermente inferiore a quello di un paese europeo; le stazioni per il rifornimento si trovano abbastanza facilmente;
  • la superficie dell’isola non è molto estesa, per spostarvi da nord a sud contate circa 1 ora e mezza.

Mauritius_driving_01

Ma perché in un’isola così turistica e sviluppata come Mauritius dovreste valutare il noleggio di un’auto? Se la vostra necessità è quella di essere indipendenti negli spostamenti per visitare le attrazioni e le spiagge su tutto il territorio, il noleggio dell’auto è sicuramente la soluzione più economica e vantaggiosa. A Mauritius troverete tutte le principali compagnie di autonoleggio oltre ad alcune compagnie locali. Ed è proprio a quest’ultime che vi suggeriamo di rivolgervi per abbattere i costi dell’autonoleggio visto che hanno delle tariffe molto vantaggiose. Quando si noleggia un’auto in vacanza bisogna sempre documentarsi sui costi della franchigia (ossia quella quota depositata come caparra che può essere trattenuta al termine del noleggio in caso di danni), che in genere è sempre molto elevata. Con una compagnia di autonoleggio internazionale è buona norma stipulare un’assicurazione sulla franchigia, che vi porta a sostenere costi giornalieri maggiori; le compagnie locali invece non vi chiederanno la franchigia ed eventuali danni alla carrozzeria (graffi, bozzi, strusciate, etc…) saranno già compresi nei costi di noleggio dell’auto. In generale a Mauritius c’è anche molta flessibilità per quanto riguarda il ritiro e la riconsegna del veicolo: senza costi aggiuntivi potrete richiedere la consegna del veicolo direttamente al vostro hotel, in qualsiasi parte dell’isola esso si trovi e scegliere anche il luogo per la riconsegna. La compagnia a cui ci siamo rivolti (scovata sui forum per viaggiatori) è la Monet Car Hire (cliccate qui per richiedere un preventivo), con cui abbiamo noleggiato una minicar (Hyundai i10) a soli 27€ al giorno tutto compreso, l’auto ci è stata consegnata direttamente in hotel e poi l’abbiamo restituita lasciandola al parcheggio dell’aeroporto; visto che ci siamo trovati bene ve la consigliamo.

Mauritius_driving_02

Se non volete noleggiare un’auto perché non ve la sentite di guidare ma non volete nemmeno rinunciare alla comodità di un’auto privata, per i vostri spostamenti potreste valutare il servizio di noleggio con conducente. Per i nostri trasferimenti da e per l’aeroporto nei giorni a fine vacanza in cui non avevamo più l’auto a noleggio ad esempio ci siamo rivolti alla Maki Transfers (cliccate qui per visitare il sito) e ci siamo trovati bene. Non si tratta di certo di una soluzione economica, ma è senz’altro la più “comoda”.

Mauritius_driving_04

Se invece ritenete che il costo di una minicar a noleggio sia ancora troppo elevato per voi o pensate di fare talmente pochi spostamenti da non giustificare la spesa o semplicemente siete viaggiatori avventurieri da zaino in spalla, vi segnaliamo che il trasporto pubblico ci è sembrato abbastanza efficiente a Mauritius, anche se sicuramente non è la soluzione più veloce. Non avendo usufruito del servizio, non conosciamo né il sistema tariffario, né le tratte degli autobus, né la loro frequenza ma ci è capitato spesso di incrociarne tanti a nord quanti a sud. L’unica vera differenza che abbiamo notato è che gli autobus del nord-ovest erano più moderni rispetto a quelli del sud-est, probabilmente la differenza è dovuta alle diverse compagnie operanti sul territorio. Per maggiori informazioni sul trasporto pubblico vi suggeriamo di consultare i seguenti siti web: Mauritius Buses Mauritius bus routes, timetable, prices.

 

Se siete arrivati fin qui a leggere, vuol dire che non eravate del tutto convinti su quale mezzo utilizzare per i vostri spostamenti sull’isola. Speriamo di avervi chiarito le idee e di avervi aiutato a prendere la decisione migliore per le vostre esigenze e le vostre tasche. Fate buon viaggio e…non dimenticate di farci sapere come è andata!

A presto

Inside-360

Potrebbe interessarti anche:

 

Rispondi