ALSAZIA – L’Alsazia da mangiare, cose tipiche da provare o da portare a casa

No comments

Questo articolo è dedicato a tutti coloro che amano visitare i posti non solo con gli occhi ma anche con il gusto e l’olfatto, ma soprattutto a coloro che desiderano continuare ad assaporare i prodotti tipici anche una volta tornati a casa. Vi lasciamo quindi una serie di spunti per i vostri souvenir o sulle specialità imperdibili di questa terra, speriamo che possiate trovarla utile.

Read in english ⇒ click here

Kougelhopf – Il turbante alsaziano

Uno dei dolci tipici alsaziani che vedrete nelle vetrine di tutte le pasticcerie, in tutte le sue varianti e dimensioni, è il Kougelhopf. Si presenta con una forma a turbante, con un buco centrale, data dalla particolare tortiera che troverete in ogni negozio di souvenir alsaziano. La versione originale consiste in un impasto soffice lievitato e arricchito con uvetta, mandorle e profumato al rhum. Un tempo era il classico dolce dei giorni di festa, oggi invece lo si consuma a colazione, a merenda o perfino durante gli aperitivi (in versione salata).

alsazia_da_mangiare_02

Pain d’épices – Pan speziato o pan di zenzero

Letteralmente si traduce come “pan di spezie“, ma anche “pan di zenzero“, ma altro non è che un dolce composto da una base di farina di segale e frumento a cui viene aggiunto il miele e tutta una serie di spezie (cannella, anice stellato, noce moscata, etc…) tra cui a volte anche lo zenzero. Il Pain d’épices è originario della città alsaziana di Gertwiller e il suo impasto molto aromatico lo rende una ricetta tipica del periodo natalizio, ma se avete voglia di portarlo a casa, lo si trova tra le vetrine dei forni alsaziani praticamente tutto l’anno.

alsazia_da_mangiare_03

Tarte flambée – La pizza alsaziana

La tarte flambée (qui trovate la nostra guida passo-passo per preparare questa ricetta direttamente a casa), o flammkuchen in tedesco, è una specialità alsaziana salata che ricorda una pizza. Si tratta di un impasto di farina, acqua e olio steso in modo molto sottile e guarnito con una crema a base di panna acida, cipolle e pancetta. Il significato del suo nome ne suggerisce le sue origini: i panettieri usavano infornare la tarte flambée nel forno a legna prima del pane per controllare che la temperatura al suo interno fosse quella corretta. La “torta fiammeggiata” quindi veniva posta tra la legna a fiamma viva e doveva cuocersi in 15 minuti, questo era indice che il forno aveva raggiunto la temperatura ottimale per la cottura del pane. Questa pratica faceva sì che nei villaggi la gente si riunisse e condividesse la tarte flambée in un clima di grande convivialità. Oggi come allora, questa ricetta nelle sue numerose varianti vi sorprenderà.

alsazia_kaysersberg_12

Quiche

Nella cucina francese la quiche è un tipo di torta salata cotta in forno composta principalmente da una base di pasta brisé con all’interno una farcia di uova e crème fraîche. La possibilità di aggiungere diversi ingredienti (verdure, carne, pesce, spezie, formaggi, etc.), permette di ottenere diverse varianti gustosissime. La più famosa è la quiche lorraine a base di uova, crème fraîche e pancetta, ma se si aggiunge la cipolla allora diventa la quiche alsacienne. Vi capiterà di imbattervi in diversi negozi in cui poter comprare le torte a peso, quindi potreste comprarne una sola fetta con cui pranzare passeggiando o l’intera torta, da riportare a casa e condividere con familiari e amici. Nei forni artigianali potreste trovare sul bancone sia torte dolci che salate…per la scelta lasciatevi guidare dal vostro istinto!

alsazia_da_mangiare_01

alsazia_da_mangiare_07

Mannele – L’omino di marzapane

Questo è il nome del biscottino a forma di omino reso famoso dal cartone animato Shrek. Più precisamente è un impasto dolce modellato a forma di omino che si trova in tutte le panetterie e pasticcerie alsaziane in diverse varianti (soffice ed elastico come una brioche, croccante come un biscotto, aromatico e speziato come un pain d’epices, compatto come un marzapane, etc) e ricorre spesso sotto forma di decorazione per le abitazioni e le vetrine dei negozi. Il Mannele è legato alla festa di San Nicola e viene offerto come dono ai bambini buoni. La leggenda narra che San Nicola restituì la vita a 3 bambini che erano stati uccisi vilmente da un macellaio durante il sonno per derubarli. Da allora San Nicola divenne il protettore dei bambini e ogni anno il 6 dicembre era solito girare per le strade vestito di rosso e con la tiara da vescovo donando pain d’epices a forma di omino (i Mannele) e altri dolcetti ai bambini buoni.

alsazia_da_mangiare_06

Bredele – I biscottini di Natale

Non sono altro che i tipici biscotti alsaziani a base di frolla preparati durante il periodo natalizio, da mangiare a colazione e a merenda o da regalare. Presentano forme classiche a cuore, a stella, a fiocco di neve o altri temi natalizi, sembra infatti che in passato venissero utilizzati come decorazioni per l’albero di Natale. L’impasto di frolla può essere aromatizzato al cocco, alla cannella, agli agrumi, al cacao o con altre spezie e frutta secca. La tradizione vuole che non vengano consumati prima della vigilia, quindi si trovano specialmente durante il periodo natalizio nei mercatini e nei forni ma possono essere acquistati durante tutto l’anno nei negozi specializzati (o in alternativa online e comodamente da casa).

alsazia_da_mangiare_04

Choucroute alsacienne

Il nome significa letteralmente “crauti conditi” ed è un piatto unico a base di carne, tipico dell’Alsazia. I crauti infatti vengono lasciati fermentare per diverse settimane, quando sono pronti li si scotta in un tegame con del vino, dopodiché si aggiungono diversi tagli di carne di maiale, come salsicce, wurstel, pancetta e diverse erbe aromatiche (come ginepro, coriandolo, alloro) e si lascia cuocere; infine si preparano a parte le patate che verranno aggiunte all’ultimo al piatto. Potrete provare il choucroute nei ristoranti oppure portarlo a casa come souvenir sotto forma di conserva all’interno di un barattolo di vetro.

alsazia_da_mangiare_05

Termina qui il nostro articolo e vi lasciamo con una domanda a cui dovrete rispondere a fine soggiorno…da quale tipo di pietanza alsaziana siete stati conquistati? Noi indubbiamente dalla tarte flambée. Avete preferito il dolce o il salato? Lasciateci i vostri commenti per raccontarci le vostre esperienze culinarie in questa terra meravigliosa.

A presto

Inside-360

Potrebbe interessarti anche:

Rispondi